Art 2935 C.C.

 

Un’unica riga a riguardo della decorrenza della Prescrizione e che quindi riguarda in particolare la prescrizione degli interessi anatocistici.

La prescrizione comincia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere.

La nostra opinione

Questo scarno articolo del Codice Civile del 16 Marzo 1942 pose fin da allora l’accento sulla prescrizione : dopo un certo periodo di tempo, un diritto, se non viene fatto valere, decade e dopo la prescrizione non può più essere richiesto.

Per questo motivo la prescrizione, con le sue regole, i tempi e la data di decorrenza è strettamente connesse al tema dell’anatocismo.
Se è diritto del cliente richiedere indietro gli interessi anatocistici illegittimamente addebito, questo diritto deve essere fatto valere prima della prescrizione.

Rispetto a questo iniziale articolo in ambito bancario i tempi sono stati fissati in 10 anni, ma ci è scontrati spesso sulla data di decorrenza, cioè la data da cui deve essere iniziato il conteggio dei 10 anni.

Se un conto è stato chiuso da oltre 10 anni non c’è più nulla da fare. Tutto è andato in prescrizione : in particolare gli interessi anatocistici non possono essere più richiesti alla Banca.

Con il decreto milleproroghe del 29/12/2010 si è tentato di far decorrere la data di inizio della prescrizione con la data di registrazione dell’interesse. In pratica in questo modo tutti gli interessi anatocistici sarebbero andati in prescrizione, perchè sono passati oltre 10 anni dalla data spartiacque del 22 aprile 2000.

Fortunatamente la magistratura aveva già ribadito più volte che la data di decorrenza nel caso di un conto chiuso decorre dalla data di chiusura del conto, oppure a maggior ragione se il conto è ancora attivo non c’è decorrenza.

Related posts